Pagina iniziale  Guestbook  FORUM  Tuo Account  Cambia Template  Guida al Sito  il creatore: [[[ SILVER ]]]  Ariafritta in TV  Esci - Logout vota:  


· Pagina iniziale
· Cartoline Animate
· Eventi in corso
· Privacy
· Scrivici
· SITI TOP
· Tips & Tricks
· Tuo Account
· Vostre Poesie
· Vostri Giornali



.:: Frivolezze ::.
.:: Utilità ::.
.:: Nel Sito ::.



Ciao viandante
Nickname
Password

Non hai l'Account?
[[ CREALO QUI ]]
Iscritti:
Ultimo: clo44
Totale: 7621

Online adesso:
Visitatori: 150
Iscritti: 0
Totale: 150





Mondofritto








WebSito

Giornale personale

[ Directory del Giornale | Crea un Account ]

Gli utenti iscritti a questo sito hanno automaticamente la possibilità di creare un loro Giornale personale e postare commenti.

LA CASA SULLA SPIAGGIA
Postato il: 09-09-2013 @ 02:06 pm -- letto 1382 volte


sulla spiaggia

Era stesa a grogiolarsi al sole quel pomeriggio di metà maggio,la spiaggia deserta in attesa dell'invasione dei vacanzieri che sarebbe avvenuta tra qualche settimana ,lei si godeva quel sole ,quel mare che era li tutto per lei ,quando un rumore assordante la destò ,si guardò intorno ,vide il mare ricoperto da nuvoloni neri e la linea dell'orizzonte solcata da fulmini e saette ,--cavoli arriva il solito temporale estivo ma in tv hanno detto che per tutta la settimana ci sarebbe stato il sole !!incompetenti !!---raccolse in fretta le sue cose e si mise in cammino per raggiungere la fermata dell'autobus ,ma fatti pochi passi cominciò a piovere chicchi grandi come noci era grandine e picchiava da far male ,la fermata era lontana ,però li vicino c'era una casa ,i proprietari erano stranieri venivano ogni anno ai primi di maggio e stavano fino alla fine di settembre ,di corsa la raggiunse ma la casa sembrava disabitata ,il cancello era crollato insieme a parte del muro di cinta ,il cortile era una foresta di erbe anche gli alberi erano assaliti dalle erbe rampicanti ,che strano si vede che quest'anno i proprietari non erano ancora arrivati .
Scavalcò le macerie del muro crollato e si riparò sotto la piccola veranda ma il vento che soffiava a raffiche fortissime portava la grandine fin li e i colpi facevano un gran male ,si mise sul gradino poggiando le spalle alla porta cercando un punto più lontano possibile per ripararsi quando la porta si aprì e dall'interno una voce di donna la invitò ad entrare --venga dentro signorina --non se lo fece ripetere e entrò ,la casa era al buio ,tutte le finestre erano chiuse ,c'era un profumo di pulito ,odore di lavanda ,quel profumo che sentiva in casa quando sua madre puliva il pavimento con quel detersivo alla lavanda .
Una volta che gli occhi si furono adeguati al buio cominciò a distinguere qualcosa dell'ambiente ,da un lato c'era una cucina con lavello , qualche pensile appeso e un tavolo con quattro sedie attorno ,dall'altra parte un mobile col televisore un tavolino e un divano su cui era seduto un signore che leggeva il giornale (come faceva a leggere con quel buio ?)la donna la invitò a sedersi --vedrà non durerà tanto questi temporali estivi arrivano all'improvviso e altrettanto all'improvviso spariscono --lei aveva sete e chiese --per favore un bicchiere d'acqua --ma la donna le disse --mi dispiace non abbiamo fatto in tempo a fare la spesa e dal rubinetto non viene l'acqua --(che strano non c'era l'acqua ? e le pulizie come le aveva fatte ?)--non importa grazie lo stesso --la figura dell'uomo che stava seduto sul divano aveva qualcosa di strano ,e guardando meglio vide che anche la donna aveva la stessa stranezza ,avevano il contorno fluorescente !come quei fantasmini che suo padre usava come porta chiavi e che lei detestava perchè quando si alzava di notte al buio vedeva quel punto luminoso e le veniva il batticuore finchè non si rendeva conto che erano le chiavi di suo padre ,quel fatto le mise addosso un 'inquietudine che sarebbe fuggita a gambe levate se fuori non stesse venendo giù l'universo sotto forma di grandine .
Ma dopo pochi minuti come d'incanto tutto finì ,non le sembrò vero di poter tornare fuori alla luce del giorno lontano da quelle due strane figure .

Di corsa verso la fermata dell'autobus per tornare a casa ,ma ,arrivata alla fermata e mentre l'autobus spuntava all'inizio della strada lei si accorse di non avere la sua borsa ,l'aveva lasciata dentro quella casa e dentro la borsa c'era la sua vita ,documenti,biglietto dell'autobus,il suo libro di diritto penale ,di li a pochi giorni aveva un esame molto importante e poi il cellulare con tutti i numeri di telefono più importanti ,senza quella borsa era persa ,perciò tornò indietro di corsa come prima rifece la strada a ritroso .
Arrivata ansimante davanti a quella casa si fermò un attimo per riprendere fiato e guardandola bene forse complice l'oscurità che arrivava col calare della sera ,le parve di essere di fronte a una di quelle case che nei film chiamano ,,stregate ,,sentiva i brividi nella schiena ma la sua borsa era li dentro si fece coraggio e andò a bussare alla porta ,ma da dentro nessuna risposta e nessun rumore ,--ma non è possibile non possono essere usciti in questi pochi minuti --bussò ancora più forte ,ma niente ,chiamò ,continuando a bussare ,ma nessuna risposta ,allora si mise a girare attorno alla casa sperando di trovare almeno una finestra aperta ,niente tutte chiuse ,solo una piccola finestra che doveva essere quella del bagno aveva la tapparella che da un lato restava un pò sollevata era storta ,allora provò a spingere verso l'alto cercando di sollevarla con un pò di fatica riuscì a spingerla un pò in su ,poco ,ma abbastanza per guardare dentro ,era il bagno ma c'era buio allora decise di continuare sollevare del tutto la tapparella rompere il vetro entrare e prendersi la borsa ,non poteva stare li era quasi notte e l'ultimo autobus era già passato ,le serviva il cellulare per chiamare qualcuno che la venisse a prendere e mentre spingeva con forza la tapparella una voce la chiamò da poco distante --signorina ,signorina che fa? ha bisogno di aiuto ?--come un ladro sorpreso a rubare mollò di colpo la tapparella che crollò di colpo chiudendosi completamente ,voltandosi a guardare la provenienza della voce si trovò di fronte a due guardie forestali --che vergogna !!questi adesso pensano che stessi entrando per rubare--.
--Allora signorina che fa ?e non mi dica che questa è casa sua e lei ha perso la chiave ,perchè sappiamo benissimo di chi è questa casa e non è sua --
--lo so che non è mia ,ma vede prima quando è arrivato il temporale mi sono rifugiata li dentro ,la signora è stata tanto gentile a farmi entrare e una volta finito il temporale sono andata via in fretta perchè dovevo prendere l'autobus ma nella fretta ho dimenticato la borsa li dentro ,sono tornata di corsa ho bussato ma non mi risponde nessuno ,ma io ho bisogno della borsa --
le due guardie la guardavano con un'aria tra il divertito e il preoccupato ,il più anziano dei due guardandosi intorno le chiese --quale temporale ?--
--questo pomeriggio verso le quattro è venuto giù mezzo mondo ,vento grandine con chicchi grossi come noci --
i due si guardarono un pò confusi ,
--e lei dice che una signora le ha a perto la porta --
--si mi ero riparata nella veranda ma la grandine picchiava forte sbattuta dal vento allora la porta si è aperta e una voce mi ha invitata a entrare --
--era solo una voce o ha visto anche la persona ?--
--da prima una voce ma una volta dentro ho visto anche la signora e seduto nel divano c'era anche il marito che leggeva il giornale --
--e lei li ha visti in faccia ? ce li può descrivere ?--
--veramente ..c'era buio e le due figure erano un pò strane --
--ah! in che senso strane ?--
--beh!erano come dire ...fosforescenti --
la guardia quella più anziana con un sorrisetto sardonico gli si avvicinò e guardandola negli occhi le chiese
--visto che qui non c'è stato nessun temporale e che questa casa appartiene a una coppia di francesi che da quattro anni non mettono piede qui ,secondo lei quelle figure chi potevano essere ,fantasmi radioattivi ?o extraterrestri ?--
lei si rendeva conto di esssere in una situazione strana e imbarazzante
--come non c'è stato nessun temporale ?guardi come sono bagnata cosa crede che abbia fatto il bagno in mare coi vestiti addosso ?--
--e perchè no ,noi siamo qui in giro dalle due del pomeriggioe non abbiamo visto una goccia d'acqua e neanche un filo di vento ,cosa dobbiamo pensare ?ci mostri un documento --
--ma siete scemi ?? vi ho detto che la mia borsa è rimasta li dentro con tutto quello che avevo documenti compresi !!--
--signorina abbassi i toni e moderi il linguaggio sta parlando con delle guardie non con i suoi amici --
i due si allontanano un poco ,confabulano tra loro poi il più giovane torna indietro mentre l'altro chiama al cellulare qualcuno .
--Venga proviamo a bussare alla porta e vediamo se qualcuno ci apre--
Bussò forte ma da dentro nessuna risposta e nessun rumore --signorina ,non c'è nessuno --
--ma vi giuro che poco fa c'erano e che la mia borsa è li dentro ,non prendetemi per matta !!--e scoppiò a piangere ,il che fece intenerire anche la guardia più anziana che tornando verso di loro dopo aver parlato con un superiore decise di aprire la porta ,tirò fuori da una tasca un mazzo di chiavi ,tra queste una un pò strana ,a prima vista sembrava una lima per le unghie ma in punta aveva una piccola lamella traversale ,lentamente la infilò nella toppa e piano piano cominciò a girare tendendo l'orecchio al suono che proveniva dalla serratura ,finchè un ,clic,avvisò che la porta era aperta ,con un gran sorriso la guardia si rivolse alla ragazza --prego signorina vada avanti lei visto che essendoci già stata conosce l'ambiente --
la ragazza svelta entra in casa ...e rimane sorpresa ,il profumo di lavanda che prima l'aveva colpita era sparito e al suo posto c'era un odore di muffa ,di legno marcio ,ma si fece coraggio e andò avanti fino alla camera che poi era cucina e soggiorno dove prima la donna l'aveva fatta accomodare ,e sopra il tavolo dove lei l'aveva lasciata c'era la sua borsa --ecco vedete non ho mentito,non mi sono inventata niente questa è la mia borsa adesso potete controllare i documenti e tutto quello che volete ,guardate pure e vedrete vi troverete solo quello che vi ho detto --e guardando con aria di sfida la guardia più anziana aggiunse --se dentro ci trova la droga non l'ho messa io --
le due guardie si gurdarono con un'aria tra il sornione e il preoccupato diedero uno sguardo in giro e sul divano dove lei disse di aver visto un uomo intento a leggere il giornale c'era un quotidiano aperto come se chi stava leggendo fosse andato via in fretta ,--è un giornale francese LE FIGARO,la data è di oggi ma di quattro anni fa --
--come può la data di oggi essere di quattro anni fa ?--
--volevo dire oggi è il 15 maggio ,anche il giornale è del 15 maggio,ma del 2006 cioè quattro anni fa --
--infatti è da tempo che non vengono ,erano vecchi ,magari non stanno bene --
--allora che facciamo ?--
--richiudiamo la porta e andiamo via ,domani cercherò di informarmi sui proprietari --
La ragazza preoccupata non sapeva come tornare a casa visto che ormai era quasi notte e l'ultimo autobus era già passato ,ma le guardie gentilmente le diedero un passaggio.
Arrivati all'indirizzo della sua abitazione si accorsero che c'era un'auto dei carabinieri e due di loro che parlavano con la coinquilina della ragazza ,che spaventata e preoccupata per il suo ritardo li aveva chiamati .
Le guardie e i carabinieri si parlarono le due amiche si parlarono e tutto fu chiarito ,quasi,le guardie presero le generalità della ragazza ,i carabinieri pure e tutti a casa .
Spiegare all'amica quello che era successo fu più difficile che spiegarlo alle guardie perchè lei diceva --hai preso un colpo di sole e le tue erano visioni --
--anche tu !!se erano visioni come poteva la mia borsa troversi dentro quella casa me lo spieghi ?--
In effetti una spiegazione logica non c'era ,meglio dormirci sopra ,domani ne riparleranno con più calma .

Durante la notte la ragazza fu assalita da strane visioni ,vedeva la signora che le aveva aperto la porta e suo marito che la assalivano ed erano tanto arrabbiati con lei --perchè ci hai portato le guardie in casa ?noi siamo stati gentili ,ora loro faranno del male a nostro figlio ,non dovevi farlo ,perchè l'hai fatto ?solo perchè non avevamo l'acqua che hai chiesto ,volevi l'acqua ? eccoti l'acqua !--
e l'acqua le arrivò diritta sulla faccia svegliandola agitata e spaventata ,aprendo gli occhi si trovò di fronte la sua compagna di stanza con un bicchiere in mano ,era stata lei a lanciarle l'acqua in faccia --la vuoi piantare di urlare e di agitarti ,che diavolo ti è preso io devo dormire lo sai che alle cinque mi devo alzare ,domani vai dal dottore il sole ti ha dato alla testa --
--che strano sogno --lo raccontò all'amica e mentre raccontava le tornavano alla mente dei particolari che le mettevano paura .
Notò ,la sera prima quando entrò in quella casa ,che la signora aveva i capelli bianchi ma sulla nuca erano scuri come quelle signore che li tingono per nascondere quelli bianchi ma poi a un certo punto si stancano e non li tingono più così la ricrescita è bianca e le punte restano scure per via del colore ,ma nel sogno si accorse che la macchia scura che aveva visto sulla nuca della signora non era dovuta al colore dei capelli ,ma era sangue e anche il signore che il giorno precedente era rimasto seduto sul divano col viso nascosto dentro il giornale nel sogno aveva il viso sporco di sangue ,sangue che gli usciva da una ferita profonda che aveva alla tempia destra ,che stupido sogno .

La mattina seguente doveva andare in università ,scese per andare a prendere la metro ma non stava bene , era scossa ,spaventata ,camminava per strada distratta quando un colpo di clacson la richiamò alla realtà ,voltandosi vide che alla guida dell'auto era la guardia del giorno prima ,quello più giovane ,che la invita a salire .

--dovrebbe venire in ufficcio da noi il capo vorrebbe farle alcune domande senza fretta quando le fa più comodo ,se vuole la vengo a prendere mi dica lei quando --
--anche subito ,tanto non ho voglia di andare a lezione ,sto male ,ho fatto un sogno che mi ha messo ko--
--che sogno ?--
Cominciò il suo racconto ,e dopo ogni parola la guardia la guardava sempre più sorpreso e incredulo ,fermò la macchina per ascoltare con più attenzione quel racconto ,poi la accompagnò im caserma .
L'ufficcio non era molto grande ma era tanto luminoso ,dietro la scrivania un signore dall'aria bonaria ,non aveva divisa ma la guardia le disse --è il nostro comandante --
Le chiesero di descrivere le persone che diceva di aver visto in modo che si potesse fare un identikit,e alla fine venne fuori un ritratto preciso dei proprietari della casa ,ma il fatto strano restava che i due anziani erano anni che non venivano più in ferie e anche la casa era in stato di abbandono come se più nessuno si interessasse .

--dovremmo chiamare i carabinieri e chiedere loro di mettersi in contatto con il paese in francia dove i signori abitano ,così sapremo qualcosa di più ,signorina torni pure alla sua vita se ci sarà qualcosa le faremo sapere --

Fuori dalla caserma la guardia che la accompagnava le chiese --perchè non ha raccontato del sogno ?--
--non voglio passare per matta ,già è tanto strano quello che ho visto se racconto anche il sogno mi fate ricoverare --

--lei è molto scossa ,ha bisogno di rilassarsi ,se vuole posso accompagnarla da qualche parte ,io vado spesso AL GABBIANO non so se conosce quel locale sulla spiaggia ,è tranquillo si mangia bene e c'è sempre musica dal vivo ,mi farebbe piacere andarci con lei stasera o quando lei vuole --
--io non frequento nessun locale sono qui per studiare e non posso permettermi di spendere tempo o soldi per dvertirmi --
--però una serata diversa dal solito non comprometterà i suoi studi e in quanto ai soldi ,pago io --
Lui era molto gentile e carino ,e le dava delle belle vibrazioni .Due anni prima con un gruppo di studio era andata in India e un vecchio monaco le aveva insegnato che le persone rilasciavano delle vibrazioni che partono dal cuore e ascoltandole col cuore riesci a capire se in quella persona c'è un setimento buono o uno cattivo ,al ritorno aveva provato a mettere in atto questi insegnamenti e c'era riuscita ,le bastava stringere la mano a una persona se il ritmo del suo cuore restava calmo ,normale poteva dire con certezza che quella persona era buona ,ma se ,stringendo una mano il battito del suo cuore accellerava quella persona aveva del male dentro ,tanto più era il male che quella persona aveva dentro tanto più forte batteva il suo cuore ,una volta le capitò addirittura di svenire mentre stringeva la mano a una persona che le veniva presentata in seguito quella persona venne arrestata per aver violentato e ucciso una bambina .

Ma si questo le dava dei buoni battiti al cuore poteva fidarsi ,--va bene ,avete ragione sono molto stressata per via degli studi ,questa storia poi mi ha messo ko non riesco a capire e io quando non mi so dare la spiegazione di qualcosa mi arrovello finchè non me la spiego ,ma questa non so come fare a spiegarla --
--vedrà tra noi e i carabinieri troveremo una spiegazione ,ora i carabinieri prenderanno contatto con la francia cercheranno i signori e ci daranno qualche spiegazione ,anche se ,ho paura che non siano semplici --
--lei che idea si è fatto ? pensa anche lei che io sia un pò matta ?e se non pensa che io sia matta come si spiega il mio racconto e sopratutto il sogno ?--
--vuole la verità ?io credo che lei sia una di quelle persone che hanno dei poteri paranormali senza saperlo e che la persona che le ha aperto la porta non fosse una persona in carne ed ossa --
--vuol dire che erano fantasmi ?--
--è l'unica spiegazione ,se lei ha detto la verità ,e io credo che lei l'abbia detta --
La sera uscirono insieme ,una bella serata ,una cenetta sulla veranda sul mare mentre dentro un complessino suonava musica anni settanta ,era molto rilassante ,e allora perchè lei si sentiva così confusa ?
Nelle notti successive tornava puntuale quel sogno e lei non sapeva cosa fare per liberarsene ,poi una mattina mentre usciva per andare a lezione trovò la guardia e un carabiniere che l'aspettavano pregandola di recarsi con loro in caserma
Le fecero tante domande ,le fecero ripetere la descrizione della signora che le aveva aperto la porta ,ne fecero un altro identikit ,le chiesero se aveva mai visto quella signora prima del giorno ,poi alla fine le dissero che dalla francia avevano risposto e che i signori risultavano essere residenti in quella casa da quattro anni ,il figlio rimasto in francia ,dice che i genitori andati in pensione son voluti venire a vivere i loro ultimi anni qui nella loro casa sulla spiaggia ,ma qui da quattro anni non li avevano più visti .
Allora la guardia più giovane rivolgendosi a lei disse --racconta il sogno come lo hai raccontato a me --
--che sogno ?--fece il carabiniere ,quello con tre stellette sulla giacca ,e così lei cominciò a raccontare .
Alla fine del racconto nessuno disse uno parola ,la fecero riaccompagnare a casa dicendo --se ci dovessero essere novità ,anche nei sogni,ci avvisi --

--mi hanno preso per matta lo vedi non dovevo raccontarlo --
--no vedrai credo che invece farano accertamenti più approfonditi e non si fermeranno finchè non li trovano vivi o..--
Dopo circa una settimana la guardia la chiama e le chiede di scendere per andare in spiaggia a fare un giro ,lei scende ,lui le dice --ci sono grosse novità,stanno svuotando la casa sulla spiaggia ,cercano qualcosa che possa dare una spiegazione alla scomparsa dei signori --
Arrivati sulla spiaggia c'era una gran confusione ,carabinieri vigili del fuoco ,e tanti curiosi ,c'era un camion dei pompieri che svuotava il pozzo che stava nel cortile sotto la palma e poco più avanti una ruspa che scavava ,
--che fanno ?--chiese la ragazza alla guardia
--cercano i cadaveri --
--pensano che siano morti e sotterrati qui?e chi l'avrebbe fatto ?--
--il figlio ,pare sia un tipo poco raccomandabile ,da quando i genitori sono spariti lui ha riscosso la pensione al posto loro e si è speso tutto ,--
D'un tratto la scavatrice solleva tra la terra un pezzo di straccio a fiori gialli e rossi , la ragazza si sentì male e cominciò a urlare --fermi fermi !!--

--che le prende signorina ?--
--quello è il vestito che indossava la signora che quel giorno quando mi ha aperto la porta --

Un corri corri di uomini in divisa ,ordini gridati a squarciagola ,macchine che si fermano e i vigili che a mani nude scendono a scavare nel buco fatto dalla ruspa ,pochi minuti e poi dalla buca una voce --eccoli sono qui --.(terrypux)





Ultimo aggiornamento il 05-01-2019 @ 09:42 pm



Vedi altro
Vedi altro
Profilo utente
Profilo utente
Crea un account
Crea un Account

Commenti postati
Gli utenti Registrati possono postare un commento

Commento di: canifuendi
(Postato il 09-09-2013 @ 10:41 pm)

Commento: Se c'è una cosa certa e indiscutibile Terry, e che tu devi avere un sonno molto agitato......Vista la tipologia dei sogni che popolano le tue notti.
Ma sono sicuramente sogni molto suggestivi..( e pure un po inquietanti) in verità 8-)))...

Commento di: terrypux
(Postato il 10-09-2013 @ 10:10 pm)

Commento: Canifuendi, questo è uno di quelli più rilassanti !!!

Commento di: canifuendi
(Postato il 12-09-2013 @ 01:13 pm)

Commento: EEhh ....Buonanotte!!!
Ma inzandu dogna mengianu ti ndi scidas ......"Incrabiada" 8-))...

Commento di: terrypux
(Postato il 12-09-2013 @ 05:26 pm)

Commento: Eja, ma sa curpa è de mairu miu ca forroscara accomenti de una betoniera e mi cunfundiri i bisusu !!!

Commento di: ratava
(Postato il 16-09-2013 @ 01:21 am)

Commento: Ciao Teresa, ho letto il tuo racconto tutto di un fiato.
mi è piaciuto moltissimo. Complimenti. continua così sei molto brava.

ARIAFRITTA


Ariafritta è un Sito fatto di semplice umorismo e non contiene volgarità di nessun genere.
Tutto il materiale di proprietà di Ariafritta è coperto da Copyright ©. Vietata la copia senza il consenso del Webmaster.