Ariafritta - Il gioco del baseball

 Pagina iniziale  Guestbook  FORUM  Tuo Account  Cambia Template  Guida al Sito  il creatore: [[[ SILVER ]]]  Ariafritta in TV  Esci - Logout vota:  


· Pagina iniziale
· Cartoline Animate
· Eventi in corso
· Privacy
· Scrivici
· SITI TOP
· Tips & Tricks
· Tuo Account
· Vostre Poesie
· Vostri Giornali



.:: Frivolezze ::.
.:: Utilità ::.
.:: Nel Sito ::.



Ciao viandante
Nickname
Password

Non hai l'Account?
[[ CREALO QUI ]]
Iscritti:
Ultimo: clo44
Totale: 7621

Online adesso:
Visitatori: 149
Iscritti: 0
Totale: 149





Mondofritto








WebSito

Indice  »  [ BACHECA DI ARIAFRITTA ]  »  Il gioco del baseball
   Il gioco del baseball

Autore
Inizio discussione    ( Risposte ricevute: 13 ) (limite max 500)
terzabase   Inserito: 09-01-2012 alle 09:32   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Desiderei conoscere qualcuno che conosce il gioco del baseball, che sia in attività,oppure era in attività o semplice appassionato o interessato di saperne di più.Il mio riconoscimento come TERZA BASE dice molto.Sono in attesa.Grazie terza base


-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
Diemme   Inserito: 09-01-2012 alle 20:30   



Da 850 a 900

Da: Gradara

Messaggi: 894

 OFF-Line

mbè........ ...io ci ho provato 2-3 volte a capire come funziona il gioco ma non ci ho mai capito nada de nada!
Ammiro chi lo capisce e gode di questo sport perchè non avrà i problemi legati al calcio, sia a carattere di sicurezza che di polemica e rivalità, ma per me è out!


-----------------


 Profilo   www
ratava   Inserito: 11-01-2012 alle 14:14   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Il baseball viene giocato su un campo a forma di quarto di cerchio, suddiviso in territorio buono e in territorio foul. Nel territorio buono sono poste, su un quadrato di mt. 27,43 di lato, le "basi": i cuscini di 1^ 2^ e 3^ base ed un pentagono di gomma detto "casa base" o "piatto". A mt. 18,44 dalla casa base, sulla diagonale della 2^ base, è posta la pedana del lanciatore.
Una partita si compone, normalmente, di 9 riprese o "innings". Ogni ripresa è suddivisa in due fasi, "battuta" o attacco e "difesa". Una ripresa termina quando una squadra si è alternata sia alla battuta sia alla difesa. Una fase ha termine quando tre giocatori dell'attacco vengono eliminati.
Ogni squadra è formata da 9 giocatori più le riserve che assumono, quando la squadra è in difesa, le posizioni di: lanciatore, ricevitore, prima base, seconda base, terza base, interbase, esterno sinistro, esterno centro ed esterno destro.
Solo la squadra che è alla battuta può segnare punti ed i suoi giocatori si presentano alla battuta uno per volta, secondo un ordine prestabilito, assumendo il nome di "battitori".
Il battitore deve tentare di battere le palline lanciategli (dal lanciatore) che attraversano "l'area dello strike" o "area di battuta", cioè quallo spazio sopra la casa base compreso tra la linea delle ginocchia e la linea delle ascelle. Se le lascia passare o tenta di batterle senza riuscirsi, l'arbitro gli chiamerà uno strike. Dopo tre strike il battitore è eliminato.
Sarà pure eliminato se la pallina da lui battuta verrà presa al volo o se verrà tirata da un difensore in 1^ base prima che lo stesso battitore raggiunga tale traguardo.
Se la pallina lanciatagli non attraversa l'area dello strike, l'arbitro chiamerà un ball a suo favore; dopo 4 ball il battitore acquisisce di diritto la prima base.
Riassumendo, compito del lanciatore è di ottenere o con tre strike o concedendo delle battute pessime, l'eliminazione dell'avversario. Compito del battitore è raggiungere salvo la prima base, o con una buona battuta o con una base per ball.
Il battitore, non appena batte la pallina, o non appena guadagna la 1^ base per ball, diventa "corridore" e da questo momento costituisce, per la squadra in difesa, il principale pericolo, poichè egli può segnare un punto. Infatti, approffitando o di una battuta di qualche suo compagno di squadra, o degli errori dei difensori, o "rubando" le basi successive, tenterà di raggiungere (dopo aver toccato tutte le basi nell'ordine), il piatto di casa base dove segnerà un punto.
La difesa può eliminare un corridore se riesce a toccarlo, mentre egli non è a contatto con una base, con la mano che tiene saldamente la pallina, oppure eliminandolo facendo arrivare la pallina al difensore a contatto con la base verso cui stà dirigendosi detto corridore, quando quest'ultimo è costretto ad andarci per liberare la base su cui si trova (gioco forzato).
Se un battitore colpisce la pallina in maniera da mandarla al di là della recinzione esterna del campo corrispondente al territorio buono, ottiene un "fuori campo"; nel qual caso a diritto a compiere l'intero giro delle basi conquistando egli un punto più gli eventuali punti dei compagni che si trovavano sulle basi (non potendo la difesa recuperare la pallina per tentare di eliminarli).
Vince la squadra che segna più punti in nove riprese.
Nel Baseball non esiste il pareggio. Se dopo nove riprese il punteggio è in parità si continua ad oltranza, fino a quando non si termina un inning completo con una delle due squadre in vantaggio.
A parte le partite delle squadre giovanili, nel Baseball non esiste limite di tempo. Mediamente una partita dura dalle due alle tre ore, arrivando anche alle quattro ore e mezzo.



-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 11-01-2012 alle 17:33   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Complimenti "giustiziere della notte" perchè hai sintetizzato le regole del gioco del baseball con chiarezza e precisione e questo te lo dice TERZA BASE che seguendo l'insegnamento di soldati USA,ha trasmesso a una "sporca dozzina (nel termine benevolo) di approdare alla serie C; ragazzi che di baseball non sapevano nulla e che divennero molto bravi, giocando su campi incolti e tracciando loro stessi le linee del campo prima di giocare; erano i mitici "Black Devils di Milano, zona Nord -Est , ma questa è una storia che se interessa a chi mi legge, posso raccontarla.Ciao TERZA BASE.


-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
ratava   Inserito: 11-01-2012 alle 18:59   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Ciao Giovanni ti ringrazio. Se hai voglia puoi raccontarmela Ciao.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 12-01-2012 alle 09:57   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Caro "giustiziere della notte"ti invio la storia dei 12 ragazzi (la sporca dozzina) che formarono una squadra di baseball,I BLACK DEVILS,nata dal nulla e approdata in serie C.Giocarono sempre tutti alternandosi nei punti più vulnerabili, lanciatore,interbase,cacher.

Più di cinquant'anni fa, nelle nostre periferie , si giocava a baseball,con la stessa passione con cui oggi si gioca al calcio.
I Black Devils erano una delle tante squadre che militavano nelle giovanili,forse la più povera.
I guantoni venivano acquistati in Via Canonica dai rigattieri che riciclavano il materiale appartenuto alle truppe alleate;le divise erano confezionate da un amico sarto, utilizzando avanzi di stoffa acquistati da un grossista.Le mazze per allenarsi e affrontare una gara erano tre, anch'esse acquistate in via Canonica.I caschetti e i guantini non erano ancora di moda.
Le palline,solo un paio venivano custodite con amore ma erano vecchie e sdrucide.Poi ce n'era qualcuna recuperata dalle battute foul, che finivano fuori dal complesso sportivo dove giocavano i valorosi "Leprotti",di cui noi eravamo tifosi, o dei loro avversari.
Chi le recuperava non le restituiva perchè era usanza americana tenerle come souvenir o usarle per giocare (usanza non condivisa da noi italiani )e perciò per il recupero "la sporca dozzina"era specializzata nel "mordi e fuggi".
Quello che sapevo del baseball l'avevo appreso in una base italo americana dove prestavo servizio militare di leva.
Il campo dei Black Devils ere situato alla periferia Nord Est di Milano, una vecchia cava a ridosso della linea ferroviaria Milano-Torino, dove oggi c'è un ponte che scavalca la rete ferroviaria all'inizio della Via Palizzi.Il deposito materiali e le attrezzature erano collocati nel box di una vecchia trattoria,sede di una allora nota "bocciofila" la Campari, di Via Mambretti 2.che ci sponsorizzava "una tantum"con i proventi dei suoi tornei.
Presso la stessa trattoria, ogni martedì sera,tenevo le mie lezioni ,spigando le regole di questo gioco così diverso dagli altri su una piccola lavagna che serviva agli avventori del bar per segnare i punti fatti a scopa o a briscola.
Eppure i miei ragazzi erano tutti attenti e appassionati e seguivano le lezioni senza perdere una parola.
Sul campo poi davano tutto, non solo giocando,ma anche raccogliendo il materiale , tracciando le linee del campo , tenendo conto del punteggio.
Ognuno di questi ragazzi ,diventato grande, ha seguito la sua strada nella vita.Qualcuno ha militato in serie superiori, altri,la maggioranza, sono rimasti nell'anonimato, ma da allora hanno continuato ad amare il gioco del baseball perchè questo sport è un modo per imparare a vivere in gruppo e a battersi con lealtà senza violenza,esaltando la propria squadra e rispettando gli avversari.

TERZA BASE



-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
ratava   Inserito: 12-01-2012 alle 21:13   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Ciao Terza Base, Ho letto, molto tecnico, eri un coach di quella squadra?


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 13-01-2012 alle 10:15   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Ero Presidente e Istruttore di regolamento, perchè era importante sapere tutto (pensa che si andava in campo con il libretto delle regole).Dopo che la squadra cessò di esistere, divenni arbitro e poi commissario speciale.Nel frattempo per molti anni sono stato il referente della COG per la Regione Lombardia.
Ebbi la soddisfazione di arbitrare in base (per gli ultimi tre inning)
in un derby al Kennedy con il grande Spocci di Parma.in quanto durante una sospensione di gioco, il lanciatore indirizzando la palla a un suo compagno, colpì alla tempia involontariamente l'altro arbitro che fini all'Ospedale San Carlo,per fortuna niente di grave.Io che stavo assistendo alla partita, venni invitato dall'allora Presidente degli Arbitri (sig. Meda) a sostituirlo.
Come vedi quando inizio a parlare di baseball sono logorroico, ma per me è una fede. Ciao TERZABASE (e un giorno saprai perchè questo soprannòme)



-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 18-01-2012 alle 10:23   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Sono in attesa di scambiare quattro chiacchere sul gioco del baseball.Interessati o no parliamone; non esiste solo il calcio di cui io sono un vecchio tifoso,ma anche questo Sport,che purtroppo in Italia è iniziato con un pubblico di tifosi e di maneger di matrice calcio è questo ha rovinato lo spettacolo.Parliamone, fate domande.Se assistete a una gara con un amico che conosce bene il gioco, fate solo domande, lui non deve dirvi nulla se non richiesto, altrimenti vi incasinate e la prossima volta tornerere al gioco del calcio che vi sembra più facile e invece sbagliate, perchè questo è come il gioco degli scacchi, molta concentrazione e sempre in partita, niente distrazioni, perchè una palla persa in primavera vi può costatare la finale di campionato.Ciao TERZA BASE


-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 19-01-2012 alle 09:02   





Da: Lazio

Messaggi: 5076

 OFF-Line

Parlerei molto volentieri, Giovanni, e ti farei domande se avessi, almeno una volta, visto una partita!! Non ti tradisco neanche con il calcio...tranquillo, ma, come ho scritto nel commento alla tua poesia, avevo già letto ed apprezzato quella che hai pubblicato ieri, "Milano sconosciuta", in dialetto meneghino. La poesia è qualcosa su cui non farei scena muta. Paragoni il baseball al gioco degli scacchi, ma neanche a quello so giocare!!
Ti leggerò volentieri se scriverai ancora, ma se non replico, ora sai il perché. Un abbraccio di benvenuto in Ariafritta


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 19-01-2012 alle 09:19   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Ti ringrazio della cortesia e spero tu continui a leggere e commentare i miei scritti.Prossimamente invierò dei brevi racconti e sono in attesa di una risposta da "Ariafritta"dove inserirli.Un abbraccio Giovanni


-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 19-01-2012 alle 09:41   





Da: Lazio

Messaggi: 5076

 OFF-Line

Senz'altro lo farò. Credo, intanto, di poter rispondere qui, anche se con il baseball non c'entra nulla, alla tua richiesta su dove pubblicare i racconti. Come hai fatto con le poesie, puoi farlo nel "tuo Giornale", a meno che non siano eventi che intendi segnalare, nel qual caso, vai nel calendario, clicchi su "invia un evento" e scrivi quello che intendi portare a conoscenza di chi legge.
Ciao


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
terzabase   Inserito: 19-01-2012 alle 13:59   



Da 10 a 20

Da: milano

Messaggi: 13

 OFF-Line

Sei molto gentile e seguirò i Tuoi consigli.Ricordati sempre che la vita è una scalata,resta sempre ancorata alla speranza ma non abusare di troppo ottimismo, può mancarti l'ultimo chiodo, perciò prudenza e saggezza.Un caro saluto TERZABASE


-----------------
giovanni delneri

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 20-01-2012 alle 03:04   





Da: Lazio

Messaggi: 5076

 OFF-Line

Ho visto che li hai seguiti immediatamente e già dopo pochi minuti avevi pubblicato!! Molto bravo tu o sufficientemente chiara io? Ho omesso una piccola cosa che spero non ti sia sfuggita: prima dell'invio c'è il consiglio di non pubblicare troppi scritti contemporaneamente, per non togliere spazio agli altri utenti. Quando senti la necessità di scrivere, puoi, comunque, farlo ma senza render pubblica la pagina. Cosa che potrai fare, in ogni momento, con l'alternarsi delle pubblicazioni. Il consiglio, ovviamente, è valido per tutti...non è una discriminazione nei tuoi confronti!!
Grazie del monito che mi hai dato, ma, solitamente, non abuso in ottimismo e mi limito a far qualcosa se è nelle mie possibilità e a non piangermi addosso se non c'è nulla da fare. Contraccambio il caro saluto


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
On Top


Cerca nei Forum
 
Vai al forum

Splatt Forum© 2003 By: Splatt.it 
Version: 4.2


Ariafritta è un Sito fatto di semplice umorismo e non contiene volgarità di nessun genere.
Tutto il materiale di proprietà di Ariafritta è coperto da Copyright ©. Vietata la copia senza il consenso del Webmaster.