Ariafritta - Che ne pensate voi, delle canzoni degli anni sessanta?

 Pagina iniziale  Guestbook  FORUM  Tuo Account  Cambia Template  Guida al Sito  il creatore: [[[ SILVER ]]]  Ariafritta in TV  Esci - Logout vota:  


· Pagina iniziale
· Cartoline Animate
· Eventi in corso
· Privacy
· Scrivici
· SITI TOP
· Tips & Tricks
· Tuo Account
· Vostre Poesie
· Vostri Giornali



.:: Frivolezze ::.
.:: Utilità ::.
.:: Nel Sito ::.



Ciao viandante
Nickname
Password

Non hai l'Account?
[[ CREALO QUI ]]
Iscritti:
Ultimo: clo44
Totale: 7621

Online adesso:
Visitatori: 144
Iscritti: 0
Totale: 144





Mondofritto








WebSito

Indice  »  [ BACHECA DI ARIAFRITTA ]  »  Che ne pensate voi, delle canzoni degli anni sessanta?
   Che ne pensate voi, delle canzoni degli anni sessanta?

<<<  Indietro  ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 ) Avanti  >>> 

AutorePagina: 4 di 11
ratava   Inserito: 01-09-2012 alle 03:08   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Nei prossimi giorni il meteo mette tempo cattivo. Nada lo sa cosa dice?
Ma che freddo fa D'inverno il sole stanco a letto presto se ne va
non ce la fa più non ce la fa più la notte adesso scende
con le sue mani fredde su di me ma che freddo fa ma che freddo fa
basterebbe una carezza per un cuore di ragazza
forse allora sì - che t'amerei.



-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
ratava   Inserito: 21-09-2012 alle 00:24   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Una bellissima canzone di AdamoFiori bianchi per te.
Fiori bianchi per te, che te ne vai e vivrai....la tua vita con lui.
Fiori bianchi per te, si sono miei anche se....il mio nome non c'e'...
Mai, ci sara',nessun'altra nel mio cuore.



-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 21-09-2012 alle 01:39   





Da: Lazio

Messaggi: 5043

 OFF-Line

ratava, mi hai fatto andare sul "nostalgico", ai dischi che facevano da colonna sonora alle nostre festicciole e mi è tornata in mente Maria Elena, suonata da Los Indios Tabajaras. Nessuna frase da citare, ma gli accordi della chitarra si possono sentire se cliccate qui


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
Duecento   Inserito: 24-09-2012 alle 10:37   



Da 40 a 50

Da: Ferrara

Messaggi: 43

 OFF-Line

Fra tutte le riflessioni mi viene facile dire che quando inventi una canzone di successo bruci tutte quelle successive, chiunque canterà dopo di te dovrà fare qualcosa di diverso da quella canzone altrimenti sarà "quello che ha copiato quella canzone".
Se uno nel 68 ha cantato "AZZURRO" tutti gli altri che sono venuti dopo hanno dovuto evitare tutte le canzoni che3 gli venivano in mente con un titolo o un riferimento a "azzurro". per questo io credo che andando avanti negli anni sarà sempre più difficile creare canzoni di successo perchè inevitabilmente si rischia di assomigliare a una già fatta negli anni 60, 70, 80, etc...


-----------------
(¯`·._.·[ 200 ]·._.·´¯)

 Profilo   www
ratava   Inserito: 24-09-2012 alle 20:20   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Carissimo Duecento, devi sapere che le note sono solo sette.
Con queste sette note, ti puoi sbizzarrirti come vuoi.
Manca la fantasia romantica, le parole ti devono uscire dal cuore.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
Duecento   Inserito: 24-09-2012 alle 23:36   



Da 40 a 50

Da: Ferrara

Messaggi: 43

 OFF-Line

Hai ragione ratava, le note sono SOLO SETTE
ecco perchè ogni giorno che passa diventa sempre più difficile fare qualcosa di originale senza copiare. per quanto fantasia si possa avere le combinazioni che non siano già state create diminiuiscono sempre di più!
La musica è sempre bella ma ogni canzone tecnicamente è sempre: intro strofa ritornello strofa ritornello strofa ritornello finale e le note sono solo sette.
Ogni tanto ce nè qualcuna che svetta sulle altre ma la maggioranza è così.
anche se non c'entra con gli anni 60
negli anni 60 erano originali perchè musicalmente si era ancora inventato poco


-----------------
(¯`·._.·[ 200 ]·._.·´¯)

 Profilo   www
ratava   Inserito: 25-09-2012 alle 00:21   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Con il tuo concetto,Duecento, la musica va scomparendo.
Si arriverà un giorno che nessuno scrive più canzoni.
Non credo proprio.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
Duecento   Inserito: 25-09-2012 alle 01:04   



Da 40 a 50

Da: Ferrara

Messaggi: 43

 OFF-Line

No scomparire no, ma sarà sempre meno originale.
parliamo sempre dei favolosi anni 60 ... poi degli anni 70 ... un pò meno degli anni 80 ... un pò meno meno di quelle degli anni 90 ....
e degli anni 2000 ??? cosa ricordiamo? ..quelle che spopolano in rete la banana, la bomba, il pulcino pio.......
varrebbe la pena di tornare indietro nel tempo solo per la musica


-----------------
(¯`·._.·[ 200 ]·._.·´¯)

 Profilo   www
Granity   Inserito: 25-09-2012 alle 22:44   



Da 70 a 80

Da: Cervia

Messaggi: 70

 OFF-Line

C'è da dire che negli anni sessanta c'era più spirito di spensieratezza, semplicità vera e senza leggi delle case discografiche e senza x-factor
adesso c'è competizione al massimo in tutto, anche nella musica!
Se avessero messo dei fiori nei loro cannoni adesso il mondo sarebbe diverso...


-----------------
GRANY

 Profilo   www
ratava   Inserito: 27-09-2012 alle 16:09   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Granity hai citato una frase di una canzone cantata dai Giganti (Proposta)
messo dei fiori nei loro cannoni.Le parole esatte sono: mettete dei fiori nei vostri cannoni.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
Granity   Inserito: 27-09-2012 alle 23:26   



Da 70 a 80

Da: Cervia

Messaggi: 70

 OFF-Line

LO SO.
....senò perchè l'ho scritto??


-----------------
GRANY

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 28-09-2012 alle 14:09   





Da: Lazio

Messaggi: 5043

 OFF-Line

Blowin' in the wind di Bob Dylan...questa è la traduzione che ne ha fatto Mogol:

Quante le strade che un uomo farà
e quando fermarsi potrà?
Quanti mari un gabbiano dovrà attraversar
per giungere e riposar?
Quando tutta la gente del mondo riavrà
per sempre la sua libertà?
Risposta non c'è, o forse chi lo sa,
caduta nel vento sarà.
Quando dal mare un'onda verrà
che i monti lavare potrà?
Quante volte un uomo dovrà litigar
sapendo che è inutile odiar?
E poi quante persone dovranno morir
perché siamo in troppi a morir?
Risposta non c'è, o forse chi lo sa,
caduta nel vento sarà.
Quanti cannoni dovranno sparar
e quando la pace verrà?
Quanti bimbi innocenti dovranno morir
e senza sapere il perché?
Quanto giovane sangue versato sarà
finché un'alba nuova verrà?
Risposta non c'è, o forse chi lo sa,
caduta nel vento sarà.

VI sembra una canzone del '62? A me no
Per chi non la ricordasse e desiderasse ascoltarla: provate a cliccare qui


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
ratava   Inserito: 28-09-2012 alle 22:07   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Questa canzone la cantavano nel coro della chiesa.
Blowin' in the wind di Bob Dylan
Titolo del disco: The freewheelin' Bob Dylan - 1963
Testo della canzone (lingua originale)
Blowin' in the wind
How many roads must a man walk down
Before you call him a man?
Yes, 'n' how many seas must a white dove sail
Before she sleeps in the sand?
Yes, 'n' how many times must the cannon balls fly
Before they're forever banned?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many times must a man look up
Before he can see the sky?
Yes, 'n' how many ears must one man have
Before he can hear people cry?
Yes, 'n' how many deaths will it take till he knows
That too many people have died?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

How many years can a mountain exist
Before it's washed to the sea?
Yes, 'n' how many years can some people exist
Before they're allowed to be free?
Yes, 'n' how many times can a man turn his head,
Pretending he just doesn't see?
The answer, my friend, is blowin' in the wind,
The answer is blowin' in the wind.

Testo della canzone (Traduzione in italiano)

Soffiando nel vento

Quante strade deve percorrere un uomo
prima di essere chiamato uomo?
E quanti mari deve superare una colomba bianca
prima che si addormenti sulla spiaggia?
E per quanto tempo dovranno volare le palle di cannone
prima che verranno abolite per sempre?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanto tempo un uomo deve guardare in alto
prima che riesca a vedere il cielo?
E quanti orecchie deve avere un uomo
prima che ascolti la gente piangere?
E quanti morti ci dovranno essere affinché lui sappia
che troppa gente è morta?
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento

Per quanti anni una montagna può esistere
prima che venga spazzata via dal mare?
E per quanti anni può la gente esistere
prima di avere il permesso di essere libere
E per quanto tempo può un uomo girare la sua testa
fingendo di non vedere
La risposta, mio amico sta soffiando nel vento,
la risposta sta soffiando nel vento
Forse è la stessa che dice Betty.




-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
ratava   Inserito: 29-09-2012 alle 00:09   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Questa data oggi 29 Settembre vi ricorda qual cosa?


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 29-09-2012 alle 01:05   





Da: Lazio

Messaggi: 5043

 OFF-Line

Eccerto, ratava!! Stiamo parlando di musica, non di ...altro, perciò non può essere che 29 settembre di Lucio Battisti
Cliccate e sentite che roba!!

P.S.La canzone che hai postato prima è proprio quella a cui facevo riferimento io...e la scelta di mettere la versione di Mogol è voluta.


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
ratava   Inserito: 29-09-2012 alle 01:27   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Cara Betty, la canzone in questione l'ha cantata il complesso dei
Equipe 84" Sritta da Battisti e Mogol nel 1967.
29 SETTEMBRE
SEDUTO IN QUEL CAFFE'
IO NON PENSAVO A TE..
GUARDAVO IL MONDO CHE
GIRAVA INTORNO A ME



-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 29-09-2012 alle 02:41   





Da: Lazio

Messaggi: 5043

 OFF-Line

È vero, ratava, ed avrei postato la versione cantata da Maurizio Vandelli se non ci fossero stati dei fastidiosi commenti politici!!


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
ratava   Inserito: 01-10-2012 alle 14:19   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

Bettycara, pero nel testo non si parla di p.....ca. E' una canzone normale come tante. O sbaglio? fammi sapere.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
bettyboop   Inserito: 02-10-2012 alle 02:26   





Da: Lazio

Messaggi: 5043

 OFF-Line

No, ratava, non sbagli. Nella canzone non c'è nessun riferimento politico e, se fosse stato questo il motivo, non avrei postato neanche la versione di Battisti. Forse mi sono espressa male, ma il riferimento alla fastidiosa polemica era nei commenti al video cantato da Vandelli e, per evitare che potesse continuare qui, ho optato per la versione che avrai ascoltato. Sono stata spiegata?
Per non utilizzare un altro post, lascio qui una "chicca" del 1964: una versione che oggi si definirebbe demenziale di El purtava i scarp del tennis di Enzo Jannacci. Se cliccate qui, oltre ad ascoltarla in lingua originale, potete leggere la traduzione!!


-----------------

Bettyboop

 Profilo   www
ratava   Inserito: 03-10-2012 alle 00:04   



Da 900 a 1000

Da: Italia

Messaggi: 947

 OFF-Line

VENGO ANCH'IO NO TU NO è stato un tormentone per tanto tempo.
Di ENZO JANNACCI.


-----------------
Il giustiziere della notte.

 Profilo   www
<<<  Indietro  ( 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 ) Avanti  >>> 
On Top


Cerca nei Forum
 
Vai al forum

Splatt Forum© 2003 By: Splatt.it 
Version: 4.2


Ariafritta è un Sito fatto di semplice umorismo e non contiene volgarità di nessun genere.
Tutto il materiale di proprietà di Ariafritta è coperto da Copyright ©. Vietata la copia senza il consenso del Webmaster.